Il nostro obiettivo è quello di raccontare il meglio della nostra azienda, offrire maggiori informazioni sui nostri servizi e rispondere ai commenti e alle richieste degli utenti web in modo da rendervi sempre partecipi del nostro lavoro e soddisfatti dei nostri servizi.
Con questo articolo vogliamo concentrarci sulle maniche filtranti, capire cosa sono, a cosa servono e di quali materiali possono essere composte. Le maniche filtranti possono essere prodotte in diversi tessuti e in diverse dimensioni a seconda dell'utilizzo richiesto. Nella granigliatura, vengono maggiormente utilizzate in alternativa alle cartucce filtranti, poiché esse sono più indicate per la filtrazione di graniglia contenente terra, sabbia e grafiti. Le maniche filtranti possono essere in feltro di poliestere, nylon, nomex, cotone lana, meraklon e ptfe/ teflon a seconda dell’utilizzo e del tipo di materiale da filtrare.

C’è da dire che le maniche filtranti vanno sempre accompagnate da tessuti filtranti e dalle armature che possono essere in tela, diagonale, raso o a doppio strato e la scelta dipende sempre dal tipo di utilizzo che viene fatto. Le nostre maniche filtranti sono estremamente durevoli e affidabili durante ciascun ciclo di pulizia: rimangono operative più a lungo, non hanno l'esigenza di essere sostituite spesso, questo porta a minori costi di manutenzione e a valori di rendimento e produttività superiori. Tutto questo determina costi di gestione complessivamente inferiori.

Le nostre soluzioni sono innovative e pensate con estrema cura: siamo in grado di rispondere al meglio ad ogni richiesta ed esigenza, garantendo sempre un risultato finale eccellente. Per maggiori informazioni non esitare a contattarci, ti aspettiamo presso il nostro punto vendita.